Li.co.li lievito in coltura liquida – come realizzarlo a casa

Nunzia Bellomo
Li.co.li lievito in coltura liquida - come realizzarlo a casa

Tempo di Preparazione:

Tempi di Cottura:

Servizio:

Licoli: cos’è e come si usa
Fino a qualche mese fa nella mia cucina era presente solo la pasta madre, generata diversi anni fa, mentre ero in attesa di mio figlio.
Dopo anni, 17 per la precisione, di cure attenzione, bagnetti e altro ho deciso di trasformarla in licoli
Vediamo insieme di cosa si tratta.
Il licoli è un lievito madre ad alta idratazione. Infatti LI. Co. Li è la contrazione di Lievito in Coltura Liquida.
A differenza della pasta madre solita che è meno idratata e quindi ha necessita di rinfreschi a giorni alterni, il LI. CO. LI risulta più facile da gestire e può essere rinfrescato anche 1 volta a settimana (resta inteso che la gestione è del tutto personale).

A questo punto vediamo come poterlo generare, ricordate che non servono ingredienti particolarmente complessi: bastano pazienza, acqua, farina e uno starter.
Questo, come peraltro succede anche per la pasta madre, può essere un frutto, dello yogurt, del miele.

Pronti a realizzarlo anche voi?

View Print Layout
Stampa Ricetta
Close Print

Li.co.li lievito in coltura liquida - come realizzarlo a casa

Ingredienti

  • 100 Gr Farina 0
  • 100 Gr Acqua
  • 1 Cucchiaino Miele

Preparazione

  • 1)

    1-2 GIORNO
    Innesca la prima fermentazione all’interno di un barattolo di vetro con 100g di acqua tiepida e 100g di farina 0 e1 cucchiaino di miele.
    Mescola con un cucchiaio fino ad ottenere una pastella collosa, né troppo liquida né troppo solida.
    Copri il barattolo con una garza sterile, bloccarla con un elastico
    (servirà a mostrarti quanto e come cresce il tuo lievito)
    Lascia riposare così in luogo caldo (24-25 °C) per 48 ore

     

    3 GIORNO
    Controlla che il tuo lievito abbia formato delle bollicine e che abbia un aroma acidulo da impasto
    fermentato quindi preparati a effettuare il primo rinfresco, utilizzando solo 100g del tuo lievito ed
    eliminando il restante. Utilizza sempre la stessa farina utilizzata all’inizio.
    Procedi al primo rinfresco, mescolando ai 100g di lievito, 100g di acqua tiepida e 100g di farina fino ad
    ottenere una pastella omogenea.
    Copri di nuovo il tuo barattolo con la garza e l’elastico.
    Lascia riposare per altre 48 ore a temperatura ambiente.

    GIORNO 5, 6, 7 RINFRESCHI QUOTIDIANI
    Controlla nuovamente il tuo lievito, si può già osservare una buona crescita di volume, una consistenza
    alveolata e spugnosa, una buona acidità. Ripeti la tecnica del rinfresco alla stessa maniera fino ad arrivare
    alla fine della settimana. Rinfresco dopo rinfresco, a temperatura e ambiente costanti, il tuo lievito
    dovrebbe raddoppiare in circa 12h, forse anche meno. Dovresti notare delle bolle sulle pareti del barattolo,
    indice dell’attività fermentativa viva del tuo lievito.

    Li.co.li lievito in coltura liquida - come realizzarlo a casa

Rispondi

Ricetta Precedente Prossima Ricetta